eoliefreelancereport

Posts Tagged ‘Lipari notizie’

EOLIE NEWS – LIPARI, CAPODANNO ALLE EOLIE

In cultura e società, informazione, notizie, attualità, Turismo Isole Eolie on 31 dicembre 2009 at 23:56

Lipari, l'ultimo tramonto 2009

Eolie - Lipari, dall'agriturismo La dolce vita, l'ultimo tramonto del 2009

31 dicembre 2009. Oggi a Lipari tempo fantastico,  lo scirocco caldo faceva pensare alla primavera,  visibilità eccezionale, dalle terrazze dell’agriturismo La dolce vita, a ponente, in alto, sopra la scogliera di Vallemuria, la Sicilia, l’Etna, Filicudi ed Alicudi apparivano ad un tiro di schioppo; verso sera abbiamo scattato la foto d’apertura: tramonto e crepuscolo da cartolina, calma piatta di vento,  mare che sembrava un grande specchio, in cielo nuvole sottili, distese, allungate, provenienti da libeccio, premonitrici di vento. Questa notte infatti dopo i botti ed i fuochi d’artificio, il vento comincierà a soffiare, da libeccio e ponente, sempre più teso, fino a burrasca e si porterà via ..il 2009. Dopo la calma, la burrasca…..è proprio un Capodanno da Eolie..Auguri!!

Annunci

EOLIE – LIPARI NEWS: MIRACULA IN VITRO. Mostra di pitture su vetro.

In cultura e società, informazione, notizie, attualità on 18 dicembre 2009 at 09:58

MIRACULA IN VITRO, mostra di pitture su vetro dal sec. XVIII al XIX

collezione Bernabò Brea – Cavalier

dal 19 dic. 2009 al 18 apr. 2010

chiesa di S. Caterina, museo archeologico eoliano L. Bernabò Brea a Lipari

Lipari, Miracula in vitro, Mostra di pitture su vetro.

Box info

Sabato 19 dicembre:

Inaugurazione ore 18.00 – Chiesa di Santa Caterina

Ore 19.00 Concerto di Natale – Chiesa dell’Immacolata

Orchestra Filarmonica di Palermo

Musiche di A. Vivaldi; G. Angileri

Soprano Tullia Bellelli

Direttore Antonio Bono

Orari:

lunedì/sabato: 9.00 13.30/15.00 19.00

domenica: 9.00/ 13.30

ingresso gratuito

contatti museo: +39 090 9880174

museo.arche.brea@regione.sicilia.it

Avrà luogo sabato 19 dicembre, alle ore 18.00, la vernice della mostra Miracula in Vitro, presso la Chiesa di Santa Caterina a Lipari.

La raccolta di dipinti su vetro della Collezione Bernabò Brea – Cavalier, (collocati quasi tutti entro cornici a guantiera meccata ad argento e/o oro), documento preziosissimo della cultura pittorica dell’800 meridionale (campano, pugliese, siciliano), oggetto di accurati studi da parte di studiosi di letteratura, folklore e antropologia, viene oggi finalmente, per volere del Museo Archeologico Regionale Eoliano, e del suo attuale direttore Arch. Michele Benfari, comunicata e aperta al pubblico.

Gran parte delle opere in mostra proviene da botteghe meridionali, secondo la produzione che si inquadra in quella che viene denominata la pittura devozionale e che Buttita chiama “pincisanti”.

Tale patrimonio figurativo popolare meridionale, composta da pitture riferentesi all’iconografia mariana e devozionale nella loro entità numinosa, ha luogo volutamente proprio nel periodo natalizio, periodo nel quale l’arcipelago Eoliano è attraversato da un turismo meno massivo, più colto e attento alle nuove istanze culturali proposte.

L’organizzazione generale dell’evento è della Chelandia srl di Palermo.

Allestimento, comunicazione, apparato didascalico, grafica coordinata, sono dedicati.

L’esposizione è inoltre corredata da un catalogo d’arte che ha al suo interno interventi di studiosi illustri tra i quali Sergio Todesco e Madeleine Cavalier.

Il direttore Benfari dice dell’evento:

«Uscire fuori. Allargare la percezione del proprio spazio, estendere il raggio d’azione. Trasformare il contenitore museale in spazio creativo per ospiti multidisciplinari: è questo l’obiettivo che oggi si propone il Museo Archeologico Regionale Luigi Bernabò Brea.

Arte e cultura si fondono in un paesaggio comune e divengono filo rosso della progettualità museale. Idee fluide che pervadono i confini del contenitore spandendosi dentro, fuori, ovunque possa correre l’immaginazione e la creatività. Con Miracula in Vitro il Museo decide di comunicare se stesso con una collezione che, anche se non è la principale, è di certo assai interessante perché frutto della passione e della tenacia che hanno contraddistinto l’azione dell’anima storica del museo Luigi Bernabò Brea»

EOLIE NEWS, LIPARI: COMUNICARE ARCHITETTURA – Mostra itinerante

In cultura e società, informazione, notizie, attualità on 21 novembre 2009 at 22:24

GIOVANI ARCHITETTURE CATANESI in mostra a Lipari dal 21 al 26 novembre
chiesa di S. Caterina, museo archeologico eoliano L. Bernabò Brea a Lipari

“Comunicare attraverso l’architettura oggi più che mai diventa una necessità. La nostra quotidianità è costantemente relazionata agli spazi che ci circondano. L’architettura, quando fatta ad arte, diventa complice di una vita migliore per chiunque ne usufruisca. Siamo convinti che ci siano esempi nel mondo che possono essere di grande insegnamento, che non devono essere tralasciati. Troppe volte nelle nostre realtà locali non ci sono state le attenzioni, la prontezza e la tempestività necessarie per il cambiamento, dando luogo ad esternità discutibili. Sappiamo, anche, che la cultura e la tradizione millenaria della nostra terra, sono e saranno la nostra scintilla creativa.
Per noi, l’architettura contemporanea vuole essere un prolungamento della natura stessa, spinta verso le sue dimensioni più nobili, per far sì che dialoghi con le necessità dell’uomo. La sua funzione quindi è quella di fare da intermediario-comunicatore tra la natura e l’uomo. Luce, forma, contesto, materiali e spazi diventano uno strumento attraverso cui il linguaggio dell’architetto dà forma viva e creativa all’armonia, all’equilibrio, alla proporzione e alla bellezza dei luoghi di cui noi stessi diventiamo parte integrante.
Comunicare architettura significa comunicare vita.”

Conoscere-Comunicare-Creare-Catania   C4arch                     Samuel Drago

Eolie news, Vela – La Middle Sea Race alle Eolie

In informazione, notizie, attualità, Sport- Vela, Turismo Isole Eolie on 17 ottobre 2009 at 15:15

La  famosa regata velica in transito alle Eolie.

Isole Eolie, Lipari – Anche quest’anno la Middle Sea Race, la più importante regata velica d’altura del Mediterraneo, tocca le Eolie. A Stromboli il primo giro di boa attorno a Strombolicchio dopo la partenza da Malta, avvenuta stamattina alle 11.00 ed il passaggio nello Stretto di Messina.
Oggi tempo variabile con cielo coperto e temporali,  vento di debole intensità da ovest in intensificazione fino a forza 5-6  dalla serata, nella notte si profila una movimentata virata a Stromboli ed un faticoso lato di bolina stretta in direzione Palermo, poi le Egadi e lo Stretto di Sicilia.

“…Negli anni la Rolex Middle Sea Race ha richiamato tanti personaggi diversi, soprattutto nella categoria degli equipaggi composti di due soli velisti. Quest’anno non fa eccezione e numerosi sono i team “ristretti” iscritti alla regata, tra cui i monoscafi Cambo III (GBR), Cymba (ITA) e Nemesis CredalTrust (MLT) e i multiscafi High Q1 (GER) e Silver Chiller (GER). Navigare per 606 miglia nautiche con un equipaggio completo è una notevole impresa fisica. Coprire la stessa distanza con solo due persone a bordo è una grande sfida psicologica. Invariabilmente, le barche di questa categoria tendono a essere le più piccole della flotta, quindi anche con un equipaggio completo sarebbero quelle che rimangono in mare più a lungo.”

Lorenzo Bodini, skipper e timoniere di Intermatica VO70 commenta la vigilia della partenza: “Sono molto contento di prendere parte a questa regata, una delle più affascinanti del Mediterraneo. Le previsioni meteo annunciano vento sostenuto per i primi due giorni, una condizione che sarà impegnativa per tutti noi, ma che potrà tirare fuori il meglio da questo tipo di imbarcazione.”

“..Nella Rolex Middle Sea Race paga non dare nulla per scontato; per vincere la regata devi prima completare il percorso. Cosa non da poco con solo due persone a bordo. Trovarsi sulla linea di partenza di una regata come questa è già una vittoria di per sé stessa. Tagliare il via con solo due velisti a bordo aggiunge peso a questa impresa e l’accoglienza più calorosa spetta sempre agli equipaggi doppi, del luogo o esteri.”

La Rolex Middle Sea Race 2009 ha preso il via da Grand Harbour alle 11.00 CEST di sabato 17 ottobre.

Le barche iscritte sono settantasette ed il record da battere appartiene al maxi Rambler di George David (USA) che lo ottenne nel 2007 impiegando poco meno di 48 ore a completare l’intero percorso di 606 miglia.

Segui la regata on line, guarda il tracker con le posizioni e le rotte delle imbarcazioni partecipanti:

http://www.rolexmiddlesearace.com/tracker/index.cfm

LIPARI ISOLE EOLIE – NEWS E COMMENTI, I TURISTI SCRIVONO…

In cultura e società, informazione, notizie, attualità, Turismo Isole Eolie on 9 agosto 2009 at 12:02

Avventure, disavventure, esperienze di vacanza alle isole Eolie, suggerimenti, critiche, proposte, idee ….dai visitatori dell’Arcipelago delle Eolie un contributo per un turismo più consapevole ed ospitale.

Scrivi il tuo commento, aiutaci a crescere…

LIPARI, ORA ANCHE I CANI ABBANDONATI HANNO UN SITO INTERNET.

In ambiente e natura, cultura e società, informazione, notizie, attualità on 23 dicembre 2008 at 18:51

Lipari, Isole Eolie. E’ nato www.Eoloa4zampe.com il sito web che l’Associazione Onlus Eolo a 4 Zampe ha pubblicato in rete in questi giorni.

Giorgia Sipione è la Webmaster del nuovo sito nel quale vengono illustrate e descritte le strutture e le attività svolte dai volontari dell’Associazione che da anni si prodigano, tra mille difficoltà ed incomprensioni, nel Canile Rifugio di Vallone Bianco.

Abbiamo così l’opportunità di conoscere anche gli ospiti a quattro zampe che vengono giornalmente accuditi e sfamati grazie all’Associazione, con l’aiuto di pochi volonterosi e le scarse risorse a disposizione; 21 cani, belli ed affettuosi, fotografati singolarmente ed in gruppo, hanno per il momento trovato una “casa” in attesa di essere magari poi accolti in altrettante famiglie e ricambiare l’ospitalità con la loro grande affettuosità. Si può anche adottarne uno a distanza, se non si ha la possibilità di tenerlo vicino lo si può andare poi a trovare anche ogni tanto, si può semplicemente contribuire al suo mantenimento…..

Il Rifugio del Cane, così chiamerei la struttura di Vallone Bianco, necessita infatti di grande impegno umano e finanziario e tutti noi isolani dovremmo dare un aiuto, ognuno per come e quanto possibile, per la sopravvivenza e la gestione di questa importante iniziativa che cerca anche di assolvere il difficile compito di controllare e limitare il fenomeno del Randagismo ponendo in qualche modo rimedio all’indifferenza, alla crudeltà ed irresponsabilità di tanti “individui” che gettano sulla strada(ed anche peggio) al loro ma anche nostro destino, mamme e cuccioli ed ex “amici”…. scomodi.

E’ facile, molto facile, lamentarsi e prendersela poi con i “cuccioli abbandonati e cresciuti” che privi dell’educazione e del sostentamento che avrebbero dovuto ricevere, finiscono per agire semplicemente secondo la loro natura; dovremmo semmai prendercela con il nostro egoismo, la nostra aridità ed incultura che pretende dagli animali il rispetto e la “civiltà” che noi stessi troppo spesso non abbiamo.

Lipari News: Aurora Varvaro a Lipari – Isole Eolie, dopo 25 anni…l’artista di nuovo in Mostra al Centro Studi Eoliano:

In informazione on 27 luglio 2008 at 16:10

Isole Eolie, Lipari – Lunedì 28 luglio, alle ore 19:00, si inuaugurerà la Mostra personale dell’artista eoliana Aurora Varvaro Lo Cascio al Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani in via Maurolico a Lipari.

A distanza di 25 anni dalla sua precedente rassegna l’artista ritorna al Centro Studi con una Mostra dei suoi recenti lavori, espressione della sua creatività giunta al massimo della carica emotiva ed “eruttiva”se si considera il temperamento “vulcanico” di Aurora, artista eclettica e fantasticamente esuberante.

Di Lei l’amico Enzo Sellerio per l’occasione scrive:

” Ho saputo di recente che la mia amica Aurora Varvaro festeggia non clandestinamente i suoi settant’anni.

E’ una notizia che ho appreso con piacere perchè mi permette di rivelare senza remore che conosco Aurora da più di mezzo secolo.

In questi lunghi anni ho seguito da vicino e da lontano la sue vicende alterne contrassegnate da una vocazione pendolare tra l’insegnamento e la pittura militante.

Andata finalmente in pensione, Aurora è antrata a tempo pieno nell’alveo della sua creatività, che più che naturale chiamerei familiare: nei rami del suo albero genealogico ci sono il compianto fratello Gigi, finissimo architetto degli interni, ed a monte Vittorio Corona e Giovanni Varvaro, nomi del Gotha della pittura italiana.

Chi scrive non è un critico d’arte, ma è l’arte a trovarsi in una situazione critica, ed oggi, quando tutti possono dire tutto, anch’io mi ritengo autorizzato a dire la mia sull’opera di Aurora.

In un secolo tormentato da conflitti maggiori e minori, tra astrattismo e figurazione, tra installazioni e decostruzioni, tra gli happening e i catering e chi più ne ha più ne metta, Aurora non poteva che seguire il percorso rituale.

Ma nella sua ricerca un dato si manifesta costante: la leggerezza, che è propria del suo modo di vivere.

Raggiunta la pensione, quando a Palermo le cose andavano come andavano e purtroppo continueranno ad andare, Aurora ha preso la decisione più saggia della sua vita: è emigrata. Ma comodamente, non in luoghi lontani come l’Australia e la Nuova Zelanda, mete preferite dagli eoliani in cerca di futuro, ma nella loro terra, l’isola di Lipari. Qui a due passi da casa, l’emigrata Aurora ha ritrovato quella leggerezza che le appartiene e che si incontra nei suoi gentili vulcani, nella vivacità cromatica della sue lave, in una tranquillità vegetale ormai perduta in quella giungla che un tempo era la Conca D’Oro.

La sua fantasiosa creatività, la sua serena levità, le si possono riscontrare puntualmente tanto nella pittura quanto nella grafica e nell’oggettistica.

Nel mare di lipari, Aurora rema controcorrente. “